Lessmore presenta

Moretto Plus  carte Favini

La Ecodesign Collection, di Lessmore, disegnata dall’architetto e designer Giorgio Caporaso, si arricchisce della nuova linea  “Moretto Plus”.

Il nuovo sistema d’arredo ed espositivo,  mantenendo la semplicità del sistema Moretto,  la integra con le qualità del sistema More Light,  in particolare la possibilità di poter fissare e giuntare tra loro i diversi moduli,  con una modalità che permette innumerevoli composizioni.

Moretto Plus viene presentato al 55 Milano, insieme ad altri arredi della Ecodesign Collection, ispirata al design modulare e componibile per elementi, basato sui principi “green” della contaminazione, riparabilità, separazione, disassemblabilità e riciclabilità.

Gli arredi  rimarranno in esposizione e a disposizione degli ospiti del rinomato locale durante la Design Week milanese.

Il principio della personalizzazione (la possibilità di poter sostituire e modificare le finiture, senza subire l’invecchiamento dettato dal tempo e dalle moda) nel Moretto Plus è ampiamente assecondato da un’altra novità: l’utilizzo  di  finiture in carte speciali Favini della linea Crush.

Crush è la nuova gamma ecologica di Favini realizzata con sottoprodotti di lavorazioni agro-industriali che sostituiscono fino al 15% della cellulosa proveniente da albero.

I residui di agrumi, uva, ciliegie, lavanda, mais, olive, caffè, kiwi, nocciole e mandorle sono le materie prime naturali che, salvate dalla discarica, vengono utilizzate per la produzione di queste esclusive carte dall’aspetto tattile inusuale.

Il prodotto ed il processo produttivo sono protetti da brevetto europeo.

Utilizzando scarti agro-industriali e EKOenergia, la carbon footprint è ridotta del 20%.

Crush è adatta a tutte le applicazioni, compresi packaging di lusso, cataloghi, cartellini, inviti ed etichette.

Come spiega Giorgio Caporaso: "Il cartone è la materia principale di questi arredi, ma la vera peculiarità è data da altri parametri meno visibili, come la modularità, componibilità, minor consumo energetico derivante e la possibilità di poter riparare i vari pezzi e sostituirli. Non ultima, la possibilità di riclclare il tutto".

 

Tra gli altri arredi Lessmore in esposizione al 55 Milano, toviamo:

Tappo, un tavolino multifunzionale (piano, vano portaoggetti) con fonte luminosa a LED. Ha un corpo in cartone e cornice in legno con piano in metacrilato di vari colori. Esiste anche una versione con licheni, una presenza che caratterizza in maniera affascinante e sensoriale i nostri spazi.

X2Chair, seduta che può dimostrarsi eccentrica poltrona o chaise longue dalla linea esclusiva e raffinata. Singola, doppia o multipla può diventare un comodo divano. . Tantissime  le combinazioni dei materiali e dei dettagli di questa seduta, resa ancora più accogliente dai vuoti stondati dei vani che possono contenere oggetti e anche il suo materassino.

Twist Chair che sviluppa il concetto di cerchio, sul quale diventa possibile sedersi comodamente.

Questo cerchio è anche un vano protetto per borse, computer e oggetti che così non toccano mai terra e restano sempre accanto a noi.

Tavolo jeuner con licheni, un vero e proprio “déjeuner sur l’herbe” poiché i licheni, protetti sotto i piani trasparenti di questa nuova serie di tavoli dalle forme squadrate, ripropongono in chiave moderna la sensazione di una riunione sul prato.

Un tavolo particolarmente caro a Caporaso, che lo descrive come: "Un pezzo dove svolge un ruolo fondamentale la contaminazione tra materie e stili. Il lichene non è un accessorio, ma è esso stesso design".

Maria Rosa Sirotti

Twist Chair è nata per farsi notare grazie alla sua linea particolare, può essere realizzata interamente in cartone o in cartone e legno, con una vasta scelta tra colori ed essenze.

Fotografie: Maria Rosa Sirotti